Indietro

Ozzy, Olly e Olaf spiccano il volo

I piccoli esemplari di falco pescatore nati nell'Oasi Wwf sono pronti a involarsi. Operazione complessa di nidificazione della specie in laguna

ORBETELLO — Sono pronti a involarsi i tre piccoli di falco pescatore nati nell'Oasi Wwf di Orbetello ai primi di maggio, sottoposti a controlli veterinari oltre che all'operazione di inanellamento (una vera e propria carta d'identità) e all'applicazione di un trasmettitore Gps che permetterà di seguirne gli spostamenti. L'operazione è stata condotta dal personale dell'Oasi insieme ai ricercatori dell'Ispra e agli esperti del progetto Falco pescatore. Tra questi Giampiero Sammuri, che è stato l'ideatore del progetto.

I tre piccoli falchi si chiamano Ozzy, Olly e Olaf: i nomi sono stati scelti, attraverso un sondaggio, dalle bambine e dai bambini dei Panda Club. 

Il presidente del Wwf Italia Donatella Bianchi spiega che "con le operazioni di oggi saremo in grado di monitorare con precisione Ozzy, Olly e Olaf. Non solo potremo conoscere e studiare in modo approfondito i loro spostamenti e i loro comportamenti, ma sarà possibile anche stabilire con precisione eventuali attacchi da parte dei bracconieri: il falco pescatore, infatti, è una specie in grande difficoltà nel Mediterraneo e che in Italia fino a pochi anni fa era praticamente scomparsa". 

Il progetto Osprey, partito nel 2006, ha consentito la ricostituzione di una popolazione nidificante di questa specie in Italia

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it