Indietro

Sparatoria dopo la lite, l'omicida confessa

Raffaele Papa dopo 24 ore di silenzio ha confessato di aver sparato a Salvatore De Simone, morto davanti al suo albergo in via Matteotti a Follonica

FOLLONICA — "Sono stato io". Queste le parole pronunciate di fronte al pm Giampaolo Melchionna da Raffaele Papa, 29 anni, che nel pomeriggio di ieri ha sparato con una pistola ai due fratelli De Simone, uccidendo Salvatore, 42 anni, e ferendo gravemente Massimiliano di 46, oltre a Paola Martinozzi, 55 anni, la farmacista che passava in quel momento invia Matteotti a Follonica. 

Raffaele Papa, dopo essere rimasto in silenzio per un giorno intero, dal momento in cui è stato fermato dai carabinieri a Grosseto, circa due ore dopo aver sparato, ha deciso di confessare ma non ha aggiunto altri particolari perché ha detto di " non ricordarsi altro". Il ventinovenne è difeso dall'avvocato Carlo Valle.

La tragedia si è consumata nel pomeriggio di ieri nella centrale via Matteotti a Follonica, davanti all'albergo Stella che era gestito dalla vittima della sparatoria Salvatore De Simone. 

Seconda la ricostruzione fatta dalle forze dell'ordine Raffaele Papa, titolare della rosticceria che si trova a fianco dell'hotel Stella, avrebbe sparato al culmine di una lite scoppiata per un'infiltrazione d'acqua nei locali attigui alla rosticceria e confinanti con l'Hotel dei fratelli De Simone.


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it