Indietro

Conai e Dingo sulle tracce del killer dei cani

Sono un labrador e un pastore belga e sono stati utilizzati da una squadra speciale del nucleo cinofilo antiveleni del Corpo forestale dello Stato

GROSSETO — I controlli  sono stati effettuati nell’azienda di Giacomo Franceschelli, vicino a Roccalbegna dove circa un mese fa, erano stai uccisi avvelenati 9 cani da guardia. 

Il proprietario dei cani ha messo una taglia da 5mila euro sull'avvelenatore di cani

L’unità cinofila proveniente dal Gran Sasso, composta da un conduttore, due cani e personale di supporto, ha condotto le indagini nell’area dove sono stati avvelenati i cani cercando le esche in prossimità della strada d’accesso all’azienda e le possibili carcasse di altri animali avvelenati. 

I due cani utilizzati, sono stati addestrati a ritrovare non solo le esche ma anche i veleni che possono permanere per un tempo maggiore.

Fotogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it