Indietro

Moby garantirà i collegamenti con la Sardegna

Foto di repertorio

Dopo il blocco dei traghetti da parte di Tirrenia, sarà Moby a garantire fuori convenzione i collegamenti come spiega il presidente della Sardegna

CAGLIARI — Dopo l'annuncio del blocco dei collegamenti marittimi di Tirrenia per la Sardegna e la Sicilia (leggi qui l'articolo), da una nota diffusa ieri dalla Regione Sardegna, si apprende che sarà Moby a garantire fuori convenzione i collegamenti con la Sardegna.



"La mediazione del presidente della Regione Christian Solinas ha consentito lo sblocco immediato (parziale da oggi, più esteso e quasi a pieno regime da domani) dei collegamenti marittimi con la Sardegna, interrotti dopo il provvedimento dei commissari governativi della Tirrenia di Navigazione in amministrazione straordinaria nei confronti di Cin, che avevano ottenuto il sequestro conservativo di tutti i conti della società determinandone di fatto il fermo operativo" si legge infatti nella nota della Regione Sardegna".

"Oggi (ieri, ndr) stesso la compagnia Moby, fuori convenzione, garantirà il collegamento Civitavecchia-Olbia. Da domani (oggi, ndr) le navi Moby copriranno le tratte, svolte fino ad oggi da Tirrenia, Genova - Porto Torres e Napoli - Cagliari. Viene garantito in questo modo - sottolinea il presidente Solinas - il collegamento quasi a pieno regime tra la Sardegna e la penisola, e conseguentemente il fondamentale approvvigionamento delle merci in questo periodo di grave emergenza, con il traffico passeggeri ridotto al minimo. Siamo intervenuti per evitare che la Sardegna pagasse ancora una volta un conto salato, nel suo complesso ed in particolare per gli autotrasportatori che continuano eroicamente il loro lavoro in condizioni davvero difficili, a causa di una gestione burocratica e poco accorta sulla quale pretenderemo chiarezza non appena il Paese avrà superato questa drammatica pandemia". 

"Dobbiamo dare atto – continua il presidente - della disponibilità e della sensibilità mostrata dal Gruppo Onorato in questo frangente particolare per risolvere in tempi rapidi una vicenda di vitale importanza per l'Isola. Prendiamo altresì atto delle rassicurazioni offerte dal Ministero, che riferisce l'impegno di altri armatori per garantire i collegamenti in caso di necessità ma attendiamo dal Governo, che sollecitiamo ancora una volta in questo senso, una soluzione radicale e una garanzia stabile dei collegamenti con la nostra Isola e un pieno coinvolgimento della Regione nella stesura del nuovo bando di continuità marittima”.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it