Indietro

La Festa dell'Uva di Capoliveri non invecchia mai

Immagini dalla Festa dell'Uva di Capoliveri

Le novità della 23.ma edizione dell'evento che segna l'inizio dell'autunno all'insegna delle tradizioni della vendemmia e dell'antico borgo.

CAPOLIVERI — Ventitre anni sono passati, ma il fascino della Festa dell'Uva di Capoliveri rimane sempre attuale. Ogni anno, con le tradizioni che si rinnovano e l'entusiasmo dei popolani che cresce di giorno in giorno, la tradizionale festa che segna definitivamente la fine della stagione balneare all'Elba  si conferma come  il più importante evento dell'isola ed uno dei più importanti della Regione Toscana.

Anche quest'anno, con l'approssimarsi della data fatidica, sale l'attesa e la curiosità per le novità messe in campo dagli organizzatori della Pro Loco capitanati dal vulcanico presidente Paolo Martino.

Si comincia venerdì 5 ottobre, dalle ore 19 con i giochi della Vendemmia e dell'Antico Borgo, con delle novità particolari che da quest'anno vedranno ancor più che in passato il coinvolgimento dei bambini.

Le anticipazioni che arrivano dagli organizzatori parlano  di cambiamenti nei giochi, concepiti per essere disputati solo da giovani contradaioli di ogni rione, eliminando le gare "per adulti" come il Palio delle Botti e la Corsa dei Tini.

Il sabato sarà come sempre la giornata dedicata all'enogastronomia, con la possibilità per gli ospiti di Capoliveri di degustare i vini del Consorzio Produttori Elba Doc e Docg, ma soprattutto con la proposta enogastronomica di ognuno dei 4 rioni, in tema con quello che poi verrà rappresentato la domenica in piazza e nel proprio territorio all'interno del borgo medievale.

E poi, la gara più attesa. Fosso, Baluardo, Torre e Fortezza torneranno a sfidarsi per aggiudicarsi il Bacco e vincere la tre giorni di gare, giochi ed enogastronomia portando in scena la Capoliveri di un tempo, ciascuna con un tema inedito e segreto che sarà svelato solo domenica 7 ottobre, dopo l’ingresso in piazza  - previsto come sempre alle 10,30 - con la sfilata e la prima rappresentazione scenica che sarà presentata a pubblico e giuria.

Poi i giurati, accompagnati dai capo-rione  con giornalisti ed organizzatori al seguito, entreranno all’interno dei rioni ed esprimeranno il loro voto su allestimenti, costumi, ricette e tradizione che ciascuno avrà saputo meglio interpretare.

L’Albo d’oro della manifestazione  vede in testa il Baluardo con 9 vittorie, seguito dalla Fortezza con 7, dal Fosso con 3 e dalla Torre con 2. Nel 1997 il Bacco, simbolo della vittoria,  non è stato assegnato a causa del maltempo.

Fotogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it