Indietro

Covid-19, mesi neri per il turismo

Elena Pellegrini di Forza 7
Elena Pellegrini di Forza 7

Elena Pellegrini di Forza7: "Negli anni abbiamo affrontato problemi diplomatici e terrorismo, ma questa volta è una lotta contro un nemico invisibile"

CECINA — Le conseguenze dell’emergenza sanitaria da Covid-19 sta mettendo a dura prova il settore economico, imprenditoriale e sociale del Paese, tra i settori più colpiti quello del turismo. Settore che sin dall'inizio dell'emergenza, quando ancora non si immaginava nulla di tutto questo, stava già correndo in aiuto di molti italiani in vacanza all'estero. Ne abbiamo parlato con Elena Pellegrini della storica agenzia viaggi Forza 7, presente a Rosignano Solvay e Cecina.



"Siamo specializzati in viaggi di gruppo con accompagnatore e quando è arrivato lo stop governativo avevamo molte persone all'estero. Il primo passo è stato quindi quello di mettere in sicurezza queste persone nelle località previste in itinerario dove possibile o facendole rientrare in Italia. Poi, vedendoci chiudere le frontiere - ci ha spiegato - abbiamo dovuto tutelare sia dal punto di vista economico sia emotivo chi aveva prenotato una vacanza e non poteva più partire".

Anche se le porte sono chiuse all'agenzia viaggi, come per molte altre attività lavorative, il lavoro di Elena, del fratello e socio Carlo, oltre a quella delle collaboratrici, è stato articolato per garantire un filo diretto ai clienti. 

"Siamo sempre raggiungibili con i nostri contatti telefonici per aiutare nei rimpatri e per provvedere a tutelare quelle persone che da ora a tutto Aprile e alcuni anche Maggio non potranno partire", ha aggiunto. Di fatto dopo l'Italia il contagio da coronavirus si è diffuso scatenando una sorta di effetto domino all'estero.

"Difficile fare previsioni perché è un fenomeno imprevedibile - ha sottolineato Elena Pellegrini - Negli anni abbiamo affrontato problemi diplomatici, terrorismo  e altro, ma questa volta è una lotta contro un nemico invisibile. Non possiamo far altro che aspettare".

Il settore del turismo dovrà aspettare e l'unica via dell'attesa è quella della fiducia. "Il turismo in Italia riprenderà", ne è convinta l'agenzia Forza 7 confidando nella bella stagione e nel clima che favorisce la destagionalizzazione delle vacanze anche se al momento per etica professionale non si sbilanciano.

Tra il primo Marzo e il 31 Maggio prossimo, secondo uno studio di Confturismo-Confcommercio uscito a inizio mese, le perdite per il nostro Paese potrebbero essere superiori ai 7,4 miliardi di euro, per 31,6 milioni di presenze in meno.

Resta aperto, però, un ponte su futuro e la voglia di trasmettere fiducia ai lavoratori del sistema turistico e agli appassionati di viaggi che magari, una volta finito tutto questo, potranno tornare a fare la valigia. 

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it